Il taglio

Il diamante così come si trova in natura, ovvero allo stato grezzo, è opaco ed informe.
Interessante materiale per il geologo ed il mineralogista è decisamente poco significativo per tutti coloro che ne conoscono e ne apprezzano la meravigliosa brillantezza, lo splendore adamantino, l’affascinante scintillio.
Caratteristiche queste che si manifestano solo grazie al taglio.
Il taglio è un’operazione complessa.

Il termine taglio comunemente indica la separazione di un corpo in due parti ma nell’ambito gemmologico ha un significato diverso.

Il taglio del diamante consiste in più fasi:

1. Sgrezzatura o sgrossatura: si dà al materiale grezzo la forma desiderata; rotonda, ottagonale, a cuore…..

2. Si imposta il numero delle faccette della futura gemma. Ogni superficie piana di una gemma è considerata una faccetta; in gemme molto grandi possono essere anche più di cento.

3. Lucidatura o brillantatura: si lucidano le faccette stesse ottenendo il risultato finale.

Ci sono diversi tipi di taglio.
Il più noto è il taglio a brillante. Il taglio a brillante è caratterizzato dalla presenza di 57 faccette (più un’eventuale faccetta supplementare all’apice).
Il taglio a brillante è sicuramente il più diffuso ed è quasi sempre caratterizzato dalla forma rotonda.
Il taglio a brillante si trova spesso associato ad altre forme. Le forme a goccia, a cuore, a marquise o a navette, ovali, quadrate sono le più frequenti.
Altro taglio molto diffuso è il taglio a smeraldo o a gradini.Forma ottagonale - taglio brillante La forma di questo taglio è rettangolare o più spesso ottagonale. La forma ottagonale difende più efficacemente gli angoli del diamante dagli urti che, a causa della fragilità del materiale, potrebbero causare pericolose rotture. Il rapporto tra i lati del rettangolo dovrebbe essere di 1,6 affinché rispetti la proporzione aurea o di Fibonacci. Qui il numero delle faccette è inferiore alle 57 del taglio a brillante.

Ci sono, poi, i tagli baguette e carré, rispettivamente rettangolari e quadrati, più semplici e con un basso numero di faccette.

Ci sono, inoltre, tagli baguette con forma trapezoidale utili per dare slancio e profondità nella costruzione dei gioielli.

Infine, soprattutto negli ultimi vent’anni, sono comparsi diversi tagli speciali o particolari. Spettacolari ed intriganti sono frutto della fantasia e della sperimentazione più ardita di tagliatori sparsi in tutto il mondo.

 

info@intergemsanddiamonds.com