La scelta di un diamante

Il diamante come qualunque altra pietra preziosa è primariamente un simbolo d’amore.
Negli ultimi 30, 40 anni è invalso tra i gioiellieri una pratica commerciale che ha diffuso false conoscenze.
Gioiellieri poco preparati e poco pazienti, per tagliar corto sugli aspetti tecnici e gemmologici di un diamante, non confidando sulla curiosità e sulla recettività dei propri clienti, si sono riferiti al diamante puro come l’unico che valesse veramente la pena di acquistare.
Ciò è assolutamente falso.

Ai fini della bellezza e dello splendore di un diamante contano molto di più le caratteristiche di taglio e di colore.

La purezza di un diamante, almeno nei primi tre gradi della sua classificazione, è sostanzialmente insignificante.
Nel terzo grado della scala della
  purezza, , ovvero il grado VSI (very small inclusions), ad esempio, un esperto gemmologo rileva a fatica, e solo con l’ausilio di una lente che ingrandisce ben dieci volte l’oggetto esaminato, le inclusioni che contraddistinguono questo grado di purezza.

È inutile, e solo dispendioso, l’insistere sull’acquisto di diamanti cosiddetti puri. Certo che può risultare ostico per un profano comprendere l’aspetto tecnico e gemmologico in questione. Ma è essenziale e decisamente più conveniente rimuovere queste false conoscenze.

Inoltre la continua richiesta di diamanti puri ha creato la proliferazione di attestati, certificati, garanzie gemmologiche di dubbia attendibilità.

Il taglio ed il colore sono aspetti decisamente meno considerati, o quasi del tutto ignorati, ma fondamentali e decisivi per valutare ed apprezzare la qualità di un diamante.
Un taglio impreciso può avere conseguenze nefaste sulla lucentezza, sullo scintillio e sulla trasparenza di un diamante.
Un diamante tagliato in modo poco accurato ci appare spento, senza quegli spettacolari giochi di luce che lo rendono unico e distinguibile.

Se di valutazioni economiche vogliamo parlare è certamente meglio spendere qualcosa in più per avere un grado di colore superiore; oppure a parità di prezzo, preferire un grado di colore superiore e un grado di purezza inferiore.

L'International Gems & Diamonds da sempre cliente D.T.C. I.G.D. garantisce altresì che i propri diamanti provengono da fonti legittime e non servono a finanziare conflitti, in conformità con le risoluzioni delle Nazioni Unite. Sightholders, è un'azienda onesta e leale, pertanto, in conformità con il Codice deontologico D.T.C. i diamanti commercializzati sotto il proprio marchio sono garantiti da ogni tipo di trattamento, se non espressamente dichiarato.

La International gems & diamonds, in primo luogo, vuole mettere i propri clienti in condizioni di comprendere i fondamentali aspetti tecnici e commerciali delle gemme.
La International gems & diamonds fornisce a quei dettaglianti che commercializzano il prodotto di quest’azienda una guida breve ma esauriente sugli aspetti gemmologici del diamante. Una guida che il cliente può consultare, al momento dell’acquisto, per ottenere informazioni e chiarimenti sulle gemme da visionare.
La International gems & diamonds, in secondo luogo, ha creato una serie di confezionamenti dei propri prodotti sui quali è certamente possibile riporre la massima fiducia e dai quali trarre la più completa sicurezza.

La International gems & diamonds ripone le proprie gemme in sofisticato contenitore di materiale altamente tecnologico. Al fianco della pietra si trova
il certificato gemmologico cartaceo che accompagna necessariamente ogni pietra preziosa venduta. L’astuccio viene, infine, sigillato. La sigillatura garantisce l’impedimento a manomissioni e contraffazioni.

Ma tutto ciò non basta.

La International gems & diamonds racchiude questo prezioso contenitore in un elegante e raffinato astuccio di pelle.

 

info@intergemsanddiamonds.com